domenica 15 agosto 2010

Richard Renaldi - Touching Strangers


A New York un fotografo si è messo a fermare delle persone che non si conoscevano tra loro chiedendogli di posare per una foto abbracciati o mano nella mano.
I risultati sono a tratti surreali, a tratti forzati, a tratti inquietanti, a tratti emozionanti.

Richard Renaldi - Touching Strangers

2 commenti:

noisefuel ha detto...

bellobellobellobello! è ipnotico guardare questi "abbracci". Ha colto nel segno il caro Richard, dicono un sacco di robba!

Piperita Patty ha detto...

L'avevo sentito e mi era piaciuta l'idea!